Quante volte al giorno si dovrebbero lavare le mani?

L’organizzazione mondiale della sanità (OMS) ha promosso, il 5 maggio, la celebrazione della Giornata mondiale dell’igiene delle mani. Si ricorda l’importanza di questo gesto semplice, ma essenziale, nella prevenzione delle infezioni trasmissibili, soprattutto negli ambienti ospedalieri. Oggi, dopo un anno e mezzo di pandemia, quest’azione assume un significato del tutto particolare. Ricordiamo tutti, sin dall’infanzia, l’importanza che viene data all’igiene nell’educazione di ognuno, ma ora si sente più che mai la necessità di compiere questi piccoli gesti non solo per la propria prevenzione ma anche per un senso di salvaguardia collettiva.

Risulterà cambiata la nostra vita una volta finita l’emergenza Covid 19?

Indubbiamente. In questo periodo, infatti, abbiamo imparato l’importanza di interventi non-farmacologici per la prevenzione delle infezioni: l’utilizzo della mascherina, il distanziamento sociale, il lavaggio delle mani e restrizioni sia in ambiente pubblico che privato. Ci si è dovuti confrontare con nuove realtà, a cui non eravamo abituati: lo smart-working per la maggior parte dei lavoratori e la Dad per i ragazzi di ogni età.  Oltre che conseguenze negative per molte famiglie, con il fallimento di numerose aziende, possiamo però affermare di aver ritrovato un maggior senso di solidarietà e forse non ci si è mai sentiti così vicini al prossimo come ora, dove, anche se lontani, uno sguardo assume più valore di un abbraccio.

Con il progressivo allentamento delle restrizioni al movimento ed alle attività ricreative, la sicurezza dipende ancora di più da noi. In tutte le strutture dell’Asl saranno distribuiti poster, volantini e depliant disposti dall’Oms sulla corretta igiene delle mani. Si svolgeranno iniziative pubbliche con medici e personale sanitario che informeranno sull’importanza di questo gesto, accompagnati dalla dimostrazione pratica, attraverso uno scanner, di quanto possa incidere un corretto lavaggio sull’igiene personale e degli altri. Per coinvolgere anche i più giovani, l’Organizzazione mondiale della sanità ha predisposto anche la campagna “Lava le mani, salva vite!”, per cui tutti possono inviare una foto, un video, un selfie divertente e creativo del momento in cui ci si dedica alla pulizia delle mani e farne un poster personalizzato.

Claudia Nalli 3^C

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.